Medicina Marijuana: Quali Condizioni Tratta

Medicina Marijuana

La medicina marijuana utilizza prodotti chimici trovati nell’impianto di marijuana per trattare le condizioni. La marijuana ricreativa e la marijuana medica hanno quasi il medesimo contenuto, ma la seconda è utilizzata per scopi medici.

Ci sono oltre 100 sostanze chimiche diverse in una pianta di marijuana. Queste sostanze chimiche sono note come cannabinoidi.

Hanno un impatto diverso sul corpo quando qualcuno prende la marijuana. Tuttavia, ci sono due principali sostanze chimiche in marijuana che vengono utilizzati per scopi medicinali. Questi sono THC o Delta-9-tetraidrocannabinolo e CBD o cannabidiol.

Quest’ultima è la principale sostanza chimica che fa sentire la persona ad alta dopo aver fumato la marijuana.

Quali sono gli usi della medicina marijuana?

Ecco le diverse condizioni che potreste non sapere che vengono trattate con la marijuana medica.
Alzheimer

La marijuana medica può potenzialmente ritardare o prevenire l’insorgenza della malattia di Alzheimer. Studi scientifici hanno scoperto che la marijuana medica può effettivamente tagliare la produzione di proteine ​​beta-amiloide che sono la causa principale della malattia di Alzheimer secondo gli scienziati.

La marijuana medica riduce anche i sintomi di questa malattia nei pazienti. Alcuni sintomi includono ansia, insonnia, allucinazioni, aggressività e depressione.

HIV / AIDS

Uno studio ha rivelato che la marijuana medica può essere utilizzata da persone HIV positive per farli guadagnare peso, ridurre il dolore neuropatico, farli dormire meglio e mangiare meglio.

Ciò significa che gli individui HIV / AIDS possono trovare qualche sollievo nella marijuana medica nonostante la mancanza di una cura efficace alla loro condizione.

Convulsioni e epilessia

Cannabidiol o CBD è uno dei due principali composti di marijuana utilizzati per scopi medicinali. Questo composto non ha l’effetto ‘alto’ ed è stato trovato che può trattare le crisi epilettiche e l’epilessia.

Uno studio della New York University ha scoperto che c’era una diminuzione del 50% della frequenza degli attacchi nelle persone che soffrono di crisi epilettiche.

Dolori mestruali

Questa non è una condizione grave e non può essere classificata come una malattia, ma è ancora un problema tra molte donne soprattutto coloro che sperimentano dolore dolorante durante le mestruazioni.

La marijuana medica può effettivamente ridurre il dolore causato dai crampi durante le mestruazioni. Se stai soffrendo di dolore causato da crampi mestruali, devi iniziare a usare marijuana per ridurre il disagio.

Malattia di Bowel

Uno studio ha rivelato che gli individui affetti da malattie infiammatorie intestinali possono sperimentare una migliore qualità della vita assumendo la marijuana.

In questo studio, le persone che hanno fumato la marijuana hanno dichiarato di aver avuto meno dolore e un aumento del BMI.

Asma

Un recente studio ha rivelato che la marijuana è meno dannosa per i polmoni rispetto al tabacco da fumo e alle sigarette.

Gli individui con asma possono respirare più facilmente prendendo la marijuana secondo uno studio.

La marijuana ha molte proprietà curative che sono state utilizzate da secoli. La marijuana è stata utilizzata in molti settori per trattare condizioni diverse in diversi paesi e come sono stati condotti studi più da parte dei ricercatori, ci aspettiamo di vedere più paesi legalizzano l’uso medicinale della marijuana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *